LUGANO LAC


Lac di Lugano. The great tamer. Dimitris Papaioannou. Julian Mommert. Lac di Lugano. “The great tamer” di Dimitris Papaioannou. Foto Julian Mommert.

Nella bellissima cornice del Lac di Lugano è approdato The Great Time di Dimitri Papaioannou. E’ il titolo cult del visual artist greco, in tournée anche in Italia. Lo spettacolo, pensato come un intrigante itinerario nel mito e nella storia, spigola tra alcune delle più forti inquietudini che il Tempo e l’Uomo insieme hanno identificato. Il pubblico, una platea sold out attentissima, segue i suoi dieci performer (sette uomini ad immagine dello stesso Papaioannou e tre ragazze) nella scabra quanto complessa scenografia dove ogni tassello posto su una pedana inclinata offre un episodio sempre sorprendente. Ci si avvale spesso di nudità integrali che mai offendono ma sono solo lo strumento per raccontare momenti artistici e umani, episodi storici e culturali, tappe dell’Uomo nel suo cammino sempre incalzato dal Tempo che, generato, lo raccoglierà poi secondo il ciclo periodico delle stagioni. Lugano in Scena, con la direzione artistica di Carmelo Rifici, è un variegato ventaglio che propone opera, prosa e danza di qualità sino all’estate. Prossimi appuntamenti per la danza, con scadenza mensile sono l’atteso Bèjart Ballet Lausanne, Romeo e Giulietta di Angelin Preljocai e una nutrita schiera di compagnie d’Oltre Oceano: dalla Paul Taylor Dance Company, a Ballets Jazz de Montréal, la Stephen Petronio Company, il Tulsa Ballet e i Trokadero.

www.luganoinscena.ch

Stampa |

Invia a un amico





Invia a un amico

Lascia un commento

xxx