EIMUNTAS NEKROŠIUS


Il Teatro saluta Eimuntas Nekrošius. Il Teatro saluta Eimuntas Nekrošius, Maestro indiscusso del nostro tempo.

Il 21 novembre avrebbe compiuto 66 anni, ma il grande regista Eimuntas Nekrošius ha deciso di congedarsi improvvisamente poco prima. Coerente sino all’ultimo a soddisfare la sua personalità solitaria, lontana dalle celebrazioni. Maestro del Teatro Europeo, ha impresso il suo segno innovatore nella drammaturgia e pure nell’allestimento scenico degli ultimi trent’anni. Studente all’Istituto Lunavski di Mosca, è stato direttore del Teatro dei giovani di Vilnius con quell’importante spazio-studio -ricerca e la creazione della compagnia Meno Fortas. Tenne Cechov per riferimento e Shakespeare come amore e suo tormento privilegiato. Infatti tra suoi più incisivi, e applauditi, lavori troviamo Tre sorelle, Il Gabbiano e la trilogia shakespeariana con Macbeth, Otello e quell’ Amleto così barbarico. Ricordiamo i suoi magnifici attori, una banda fisica di umanità inquieta. Nekrošius, vincitore di 4 Premi Ubu, fu prezioso collaboratore di numerosi Festival italiani. Molto amato nel nostro Paese, ne apprezzava la versatilità e la compiutezza dei suoi attori. E, come apprezzatissimo didatta, lascia un’eredità importante alla quale ogni giovane regista e ogni giovane attore dovrà attingere.

Stampa |

Invia a un amico





Invia a un amico

Lascia un commento

xxx