TEATRO PONCHIELLI


csm-bill-t-jons La Arnie Zane Company di Bill T Jones al Teatro Ponchielli di Cremona.

Unica tappa italiana, al Teatro Ponchielli di Cremona, la compagnia americana di Bill. T. Jones/Arnie Zane Company, ha ricevuto una convinta standing ovation dall’emozionato pubblico al termine dalla sua performance. Sostenuto dal quartetto d’Archi Noûs, lo spettacolo è l’esempio di quanto la musica dal vivo, anche in piccola compagine, possa fare la differenza ed offrire momenti vibranti di perfetta unione tra danzatori e pubblico. Il primo brano Play&Play (2013) su musica di Ravel ci porta a concentrare l’attenzione su una distribuzione spaziale particolare: rettangoli orizzontali e verticali costruiti con i corpi dei danzatori che, come nei ritratti o nelle scene d’insieme, entrano ed escono da essi. Splendida compagnia multiculturale, ben amalgamata, a creare un gioco simbolico fatto di prese perfette, cadute e acrobatismi, mai fini a se stessi. Il lessico sa essere forte e morbido, quello che Bill. T. Jones sfodera da più di trent’anni, ma che oggi sembra più interessante e profondo. Ma è in Story, quando l’orchestra sale in palcoscenico e la musica di Schubert ghermisce direttamente i danzatori, che il pubblico si sente completamente partecipe sino ad essere travolto dai loro vortici, dalle loro spirali, dalla loro energia, e allora è Danza per tutti. Splendida serata quella di Cremona con questa unica tappa italiana incastonata nel programma di CremonaDanza, che chiude il 19 aprile con una novità di Philip Kratz dal titolo Phoenix presentata dalla compagnia Aterballetto.

Aurora Marsotto

Stampa |

Invia a un amico





Invia a un amico

Lascia un commento

xxx