LA ROMA DI ERODIANO


Per i tipi di Einaudi Per i tipi di Einaudi ritorna la “Storia dell’Impero Romano dopo Marco Aurelio” di Erodiano a cura di Filippo Cassola con la prefazione di Luciano Canfora.

Ritorna la “Storia dell’impero romano dopo Marco Aurelio”, scritta in greco da Erodiano. Apparve nel 1967, a cura di Filippo Cassola, con testo a fronte in una collana di classici della storia antica della compianta casa editrice Sansoni, uno dei marchi gloriosi dell’editoria italiana, della quale non sappiamo cosa dirvi: acquistata a suo tempo dal gruppo Rizzoli, il quale è recentemente transitato in Mondadori; e tra un trasloco e l’altro non restano notizie di quel meraviglioso catalogo. Einaudi, che ripubblica il lavoro di Cassola – scomparso nel 2006 – su Erodiano nella “Nue” (pp. 312, euro 28), con una nuova prefazione di Luciano Canfora e un necessario aggiornamento (senza però il greco a fronte), restituisce ai lettori un’opera preziosa e particolarmente attuale. Noi, esponenti superstiti della civiltà occidentale, stiamo morendo alla stessa maniera dell’impero romano e ogni documento che ci racconta quella fine fa da antidoto a molti mali del presente. Erodiano registra le vicende che vanno dal 180 al 238, tra la scomparsa del saggio Marco Aurelio e l‘ascesa al trono del tredicenne Gordiano III, dopo che ben cinque dei suoi predecessori furono uccisi. Una cronaca che dura poco più di cinquant’anni ma che vede avvicendarsi figure quali Commodo, Settimio Severo, Caracalla, Eliogabalo. In essa si legge un lungo capitolo della storia della lenta dissoluzione di Roma, il crollo dei valori umani e civili, il dilagare della stupidità politica. Temi, quasi inutile ricordarlo, di grande attualità.
(a.t.)

http://www.einaudi.it/libri/libro/erodiano/storia-dell-impero-romano-dopo-marco-aurelio/978880622746

Stampa |

Invia a un amico





Invia a un amico

Lascia un commento

xxx