DAGLI USA


Contro tutte le previsioni di sondaggi, stampa e media, Donald Trump è il 45° Presidente degli Stati Uniti d'America. Contro tutte le previsioni di sondaggi, stampa e media, Donald Trump è il 45° Presidente degli Stati Uniti d’America.

La vittoria di Donald Trump e la sconfitta di Hillary Clinton insegnano alcune verità delle quali, d’ora in poi, occorre tener conto. La prima: i giornali sono agonizzanti e non riescono più a influenzare l’opinione pubblica. Trump li aveva tutti contro e il loro veleno si è trasformato in pubblicità. La seconda: i sondaggi realizzati con gli attuali criteri sono sbagliati e/o falsi. Hanno “toppato” le previsioni della Brexit, hanno completamente alterato quelle per le presidenziali americane. Perché si dovrebbe continuare a pagare della gente che non ne azzecca una? La terza: l’universo politicamente corretto della sinistra che andava a cena alla Casa Bianca con comici e altri amici, che crede nell’accoglienza dimenticandosi che stanno male i cittadini tartassati dalle tasse, che spera di risolvere i problemi demonizzando chi non la pensa come loro, tutti questi portatori di bigottismo laico e/o attual-papalino caro ai telegiornali italiani conosce finalmente una crisi nera.
Che dire? Semplicemente che stanno arrivando tempi non previsti dai giornalisti radiotelevisivi, dai commentatori strapagati dei quotidiani in crisi, dalle gerarchie ecclesiastiche che predicano l’accoglienza. La quale la devono fare (e pagare) solo gli altri.

Stampa |

Invia a un amico





Invia a un amico

Lascia un commento

xxx