WINEBOOK


È uscito per i tipi di “Degustare il Vino. Un intima questione”. Di Maria Cristina Francescon É uscito per i tipi di Aliberti: «Degustare il vino: un’intima questione » di Maria Cristina Francescon.

Tra miti, leggende e realtà consolidate la storia del vino attraversa i secoli e trova oggi anche una collocazione più profonda nel rapporto che sa instaurare con il suo degustatore. Ci pensa a porgerlo al lettore e ad analizzarlo, con una certa provocazione, Maria Cristina Francescon con il volume “Degustare il vino, un’intima questione” edito dalla Compagnia Editoriale Aliberti, pagg. 90,  € 12. Brevi e puntuali annotazioni introducono, anche i meno esperti, ai segreti del vino e delle sue varie tipologie, a conoscerne le varietà autoctone delle nostre regioni, sino alla degustazione esperta. Un libricino, veloce, piacevole e viene da dire: da degustare. E’ un excursus nel mondo dell’enologia contemporanea che invita a interpretare intimamente il rapporto tra il generoso nettare e chi lo sceglie. Infinite le motivazioni che lo sollecitano, e non da ultima, l’emozione provocata dai sensi. Si instaura così quella forte complicità che porta a prediligere certe sfumature, certi contrasti e ad allontanarne altri, sempre in ossequio alle parole di Michele Psello, coltissimo bizantino, nato a Costantinopoli e vissuto attorno all’anno Mille. Nel suo celebre encomio leggiamo “Il vino rallegra il cuore, incita alla gratitudine, muove al canto, genera commozione e richiama le lacrime che rendono propizio Dio”.

https://www.aliberticompagniaeditoriale.it/libro/9788893232845

Stampa |

Invia a un amico





Invia a un amico

Lascia un commento

xxx