CROLLI E CESSIONI


Clessidra tratta la vendita di Buccellati, il fatturato dell'industria crolla a marzo del 3,6%, i contratti di lavoro non ripartono, crolla anche il lung'Arno... verso il naufragio!? Il Fondo Clessidra tratta la vendita di Buccellati, il fatturato dell’industria crolla a marzo del 3,6%, i contratti di lavoro non ripartono, crolla anche il lung’Arno… verso il naufragio!?

Inondati da una marea perpetua di notizie di ogni genere da parte di tutti i media, sembra che pochi si rendano conto dei segnali di crollo o di fuga che continuano a presentarsi inesorabilmente, a ritmo sempre più serrato e, pare, nel disinteresse più completo. Siamo un popolo di anestetizzati, o forse aspettiamo ormai con ansia la scure finale che ci tolga da ogni sofferenza. L’ultimo segnale è il crollo del lung’Arno nella città del Presidente del Consiglio. Sembra evocare lo stato in cui versa il nostro Paese, come lo sprofondamento di quelle auto, altrettanto evocativo dello stato del lavoro in Italia. E difatti l’Istat questa settimana ci comunica che il fatturato dell’Industria a marzo è crollato del 3,6%, mentre nelle settimane scorse i dati INPS ci avvertivano del fatto che le nuove assunzioni, promesse e sbandierate a seguito delle riforme, sarebbero in realtà al palo se non in regresso.
Il quotidiano Affaritaliani.it riporta poi la notizia della ennesima probabile cessione di un gioiello italiano (uno degli ultimi rimasti italiani, verrebbe da dire) che dovrebbe passare a breve in mano straniera: Buccellati.
Che dire, allora!? Avanti tutta Comandante! …dritti e felici verso il naufragio.

Articoli Correlati:
http://www.mamurio.it/costume/litalia-in-mano-straniera-cronaca-di-una-servitu-annunciata-9954.html

Stampa |

Invia a un amico





Invia a un amico

Lascia un commento

xxx