ACCADEMIA CARRARA


Riapre dopo otto anni di restauro L'accademia Carrara di Bergamo. Riaperta dopo otto anni di restauri, l’Accademia Carrara di Bergamo.

Dopo otto anni di chiusura ecco a nuova luce lo scrigno di Bergamo: l’Accademia Carrara. Ricco del grande lascito del conte Giacomo Carrara, mecenate e collezionista che lasciò all’Accademia da lui fondata nel 1783, la grande e importante raccolta. La quale si è arricchita, asciugata e nuovamente arricchita negli anni con lasciti importanti di altri mecenati. Significativo, nel 1998, quello di Federico Zeri. Ora ripristinata secondo i più moderni canoni espositivi, la raccolta è visitabile sempre nel palazzetto neoclassico, anch’esso restaurato, già costruito appositamente da Simone Elia nel 1810.
I responsabili del Museo, Maria Cristina Rodeschini e Giovanni Valagussa hanno, con i loro esperti, organizzato l’esposizione seguendo l’iter cronogico delle opere. Così al primo piano troviamo capolavori di Pisanello, Bellini, Botticelli, Raffaello accomunati per aree tematiche. Mentre al piano superiore il percorso offre sale monografiche dedicate a Lotto e a altri, ma anche al lascito di Zeri e a tele dell’Ottocento, con opere di Hayez, Pelizza da Volpedo, Previati che chiudono l’iter espositivo.

http://www.lacarrara.it/

Stampa |

Invia a un amico





Invia a un amico

Lascia un commento

xxx