VAN GOGH&C.


The Starry Paradise The Starry Paradise. Arte e riciclo all’Embrace Cultural and Creative Park a TAIWAN.

All’Embrace Cultural and Creative Park, il parco di Keelung a Taiwan, è andata in scena la pennellata alla plastica. Tema glorioso e celeberrimo: La notte stellata di Vincent Van Gogh, qui ri-chiamata The Starry Paradise. Il pittore olandese, maestro sempre di moda e sempre copiato, questa volta cede una delle sue opere più interessanti per un’altro esperimento tra suggestione e riciclo. Grandiosa è l’operazione vista dall’alto. Un mosaico gigantesco, che dolcemente si adatta alla base collinosa del parco e che guardandola nei migliori orari di alba e tramonto, s’illumina come il celebre modello. Ma scendendo o salendo le lunghe scalinate nere, sapientemente inserite nel mosaico ci si accorge che le colorate bottiglie di plastica, non sono né allineate, né buttate a caso sul terriccio ocra-scuro che fa da tela. Sono state posate come nervose pennellate, e simboleggiano discretamente quel modo di dipingere, il puntillismo appunto, pseudonimo e tecnica del neo-impressionismo, del quale le opere di Van Gogh ne sono l’espressione più compiuta. Ecco allora la differenza sostanziale tra una fotonotizia e un omaggio cromatico a Van Gogh con l’oggetto più comune dei nostri giorni. Un oggetto però, ricordiamolo, spesso buttato, ma molto più spesso riciclato in mille modi utili e anche questo del Creative Park è un modo utile. Utile agli occhi e all’anima.

Stampa |

Invia a un amico





Invia a un amico

Lascia un commento

xxx